Horizon Europe 21-27: grandi opportunità per l’Italia

horizon europe 2021-2027

L’Europa ha dato il via al programma Horizon Europe 21-27 con uno stanziamento di 95,5 miliardi di euro da utilizzare nei prossimi sette anni nel settore della ricerca e dell’innovazione. Il programma ha avuto inizio ufficialmente il 25 maggio 2021, ma la prima edizione degli info-day organizzata dalla Commissione europea si terrà online dal 28 giugno al 9 luglio 2021.

Come ha affermato il Commissario europeo per l’Innovazione, Mariya Gabriel, durante l’evento di inaugurazione del progetto tenutosi in via telematica, Horizon Europe 2021-2027 “È il programma di ricerca più ambizioso mai varato” nella storia d’Europa. Le parole d’ordine alla base dell’intera iniziativa sono cooperazione, inclusività e multidisciplinarietà.

Prima di tutto, infatti, l’UE punta sull’eccellenza per attirare nuovi talenti all’interno del proprio territorio. In secondo luogo, si vogliono affrontare le sfide contemporanee su scala mondiale per incrementare il livello di competitività dell’industria europea. Infine, l’ultimo proposito che si persegue è quello relativo alla promozione dell’innovazione in tutti i settori.

Una grande opportunità per l’Italia

Durante l’inaugurazione, il ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, ha evidenziato l’importanza cruciale di Horizon Europe per il nostro Paese. Si tratta di uno strumento potente che “servirà […] anche a riequilibrare i territori, a dare possibilità di crescita sociale e culturale, oltre che scientifica, ai centri e alle periferie”. Il ministro ha inoltre dichiarato:

“Ci aspettiamo di assistere a un progressivo miglioramento dei risultati della ricerca italiana e ci impegniamo a mettere in campo riforme e misure che servano anche a migliorare le condizioni di partenza, per fare in modo che i nostri ricercatori possano esprimersi al meglio e portare anche al di fuori dei confini nazionali il proprio contributo di innovazione, di idee e di creatività”.

Per l’appunto, attraverso Horizon Europe si intendono affrontare alcuni dei più grandi problemi del nostro tempo. A tale scopo, è necessario mettere in relazione tra loro attività di diverse discipline e differenti tipologie di ricerca. Le missioni globali che necessitano soluzioni immediate individuate dalla Commissione europea riguardano: cancro; adattamento al cambiamento climatico; oceani, mari e acque costiere; città climaticamente neutre e intelligenti; cibo e terreni sani.

Chi può partecipare a Horizon Europe 21-27?

Horizon Europe è strutturato per WP, Work Programme, cioè programmi di lavoro che contengono i relativi bandi, articolati a loro volta in vari argomenti. Ognuno di questi ha una propria scadenza che fissa i termini entro i quali è possibile inviare la presentazione del progetto ideato. Inoltre, a seconda della tipologia del progetto si avrà diritto a tipi di finanziamento differenti.

La partecipazione a Horizon è aperta a persone fisiche ed enti privi di personalità giuridica, a prescindere dal luogo in cui risiedono, fatta eccezione per specifici casi limite stabiliti dal regolamento. Per partecipare, ciascuno soggetto dovrà presentare una proposta progettuale nel rispetto del formulario e delle regole indicate negli appositi bandi di gara.

Al termine dell’iscrizione, ogni partecipante otterrà un PIC, ovvero un Participiant Identification Code. Il PIC, insieme alla compilazione del proprio progetto tramite il portale Funding & Tender, garantirà ai soggetti aderenti l’accesso alla gara. Le proposte inviate, invece, saranno prese in esame da un gruppo di esperti e valutate dalla Comunità europea.