Finanziamenti agevolati per Start-up e PMI innovative: superati i 100 milioni di euro

finanziamenti agevolati

I finanziamenti agevolati destinati alle Start-up e alle PMI Innovative hanno registrato un notevole incremento. Grazie all’incentivo del Ministero dello Sviluppo Economico, già nel mese di aprile, l’importo totale degli investimenti agevolati ha superato la soglia dei 100 milioni di euro.

Le richieste di agevolazione pervenute finora provengono per lo più da imprese presenti nel Lazio, in Piemonte e in Lombardia. Nello specifico, in larga maggioranza, si tratta di realtà operative nel settore manifatturiero e ICT, oltre che nel campo della ricerca e dello sviluppo.

Finanziamenti agevolati: come funzionano?

L’incentivo prevede la detrazione IRPEF del 50% per coloro che investono nel capitale di start-up o PMI innovative. La concessione dell’agevolazione avviene secondo i limiti stabiliti dal regime de minimis. Inoltre, l’investimento può essere effettuato direttamente o tramite OICR.

Il totale massimo degli investimenti agevolabili sul capitale di start-up innovative è pari a 100 mila euro per ogni periodo di imposta. Invece, il totale massimo degli investimenti agevolabili sul capitale di PMI innovative ammonta a 300 mila euro per ogni periodo di imposta.

Tuttavia, in caso di investimenti superiori a quelli indicati per le PMI, è possibile detrarre il 30% in ciascun periodo d’imposta. Va però ricordato che per ottenere l’agevolazione, l’investimento deve essere mantenuto per un minimo di 3 anni, pena il decadimento del beneficio.

Beneficiari dell’agevolazione e presentazione della domanda

Come anticipato, i beneficiari della detrazione d’imposta sono i soggetti fisici che effettuano un investimento nel capitale di rischio di una o più imprese, start-up o PMI innovative, che risultino regolarmente iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese.

Per avere accesso all’incentivo, il rappresentante legale dell’impresa beneficiaria dell’investimento, deve presentare un’apposita istanza sulla piattaforma “Incentivi fiscali in regime «de minimis» per investimenti in start-up e PMI innovative”.

La domanda dovrà essere trasmessa al Ministero dello Sviluppo economico per via telematica e prima di procedere all’investimento sul capitale dell’impresa. Il soggetto investitore, infatti, potrà godere dell’agevolazione fiscale solo in seguito alla presentazione dell’istanza a carico dell’impresa.