Digital Transformation: via alle agevolazioni per PMI

Digital Transformation via alle agevolazioni per PMI

Dal 15 dicembre potranno essere inoltrate le domande di agevolazione per la Digital Transformation. Lo stanziamento di ingenti risorse dà il via alle agevolazioni per le PMI che adotteranno piani di trasformazione tecnologica e digitale, come previsto dal Decreto Crescita. Le piccole e medie imprese che modernizzeranno i propri processi produttivi potranno accedere ai fondi sotto forma di finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto. 

Per beneficiare delle agevolazioni le PMI operanti nel settore manifatturiero, turistico e commerciale dovranno risultare come attive nel Registro delle imprese, alla data di presentazione della domanda. I soggetti interessati, inoltre, dovranno avere conseguito un ricavato delle vendite e delle prestazioni pari ad almeno 100.000,00 euro. 

É altresì necessario che le suddette imprese dispongano di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese, che non siano sottoposte a procedure concorsuali e non siano in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione volontaria o controllata. D’altra parte, i soggetti interessati che rispettino i requisiti, potranno presentare progetti in forma congiunta. 

Agevolazioni previste per la Digital Transformation 

Il totale delle risorse stanziate per le agevolazioni ammonta a 100 milioni di euro. Gli aiuti finanziari saranno concessi sulla base di una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili pari al 50%, di cui il 10% sotto forma di contributo e il 40% come finanziamento agevolato. Va specificato che quest’ultimo dovrà essere restituito senza interessi a decorrere dal momento di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni, in un piano di rate semestrali. 

I progetti di Digital Transformation beneficiari degli aiuti dovranno puntare alla trasformazione dei processi produttivi attraverso l’implementazione di tecnologie individuate nel Piano nazionale Impresa 4.0. Per l’elenco completo e dettagliato dei progetti agevolabili vi invitiamo a consultare il testo originale del Decreto Crescita, articolo 29 comma 6.  

Per usufruire del sostegno finanziario previsto, le imprese dovranno avere sede sul territorio italiano. L’importo di spesa del progetto da sottoporre al finanziamento agevolato dovrà essere compreso tra un minimo di 50.000 e un massimo di 500.000 euro. La durata del progetto, invece, non dovrà superare i 18 mesi dal momento in cui saranno concesse le agevolazioni. 

Il sostegno di Novaria 

La domanda di accesso alle agevolazioni potrà essere inoltrata a partire dalle 12:00 del 15 dicembre 2020, direttamente sul sito del MISE o di Invitalia. Le imprese, in forma singola o congiunta, potranno presentare un’ unica domanda per un progetto di innovazione dei processi produttivi, di innovazione dell’organizzazione o di investimento.  

La procedura online richiede l’identificazione tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Le domande in forma congiunta dovranno allegare lo statuto e l’atto costitutivo dei soggetti coinvolti, oltre al contratto sottostante ai rapporti tra le parti. 

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattarci. Il team di Novaria mette la propria conoscenza e la propria professionalità a disposizione dei propri clienti. Inoltre, se non volete perdere le novità sui nostri servizi potete sempre rimanere aggiornati sui nostri profili social o tramite newsletter.