Cos’è il Mutuo ipotecario? (Parte I)

Mutuo ipotecario

Acquistare casa è un obiettivo e un sogno per molti. Non tutti però ci riescono senza avere un supporto concreto. Cresce, dunque, il numero di persone che ricorre al mutuo ipotecario per varcare la porta di un’abitazione propria. 

All’interno del mercato immobiliare, questo mutuo è la forma di finanziamento più diffusa, soprattutto quando si vuole acquistare la prima o la seconda casa. Per molti diventa addirittura l’unico strumento in grado di renderlo possibile.

Come funziona?

La banca che presta denaro per l’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione di un’abitazione o di un ufficio chiede una garanzia, utile nel caso in cui il debitore non fosse in grado di adempiere al proprio impegno. In questo modo il bene è vincolato per salvaguardare il credito. È garantito, dunque, da un’ipoteca sull’immobile.

Solitamente le banche concedono un mutuo ipotecario con un importo che non supera l’80% del valore dell’immobile. Solo in alcuni casi, l’LTV (Loan to value), si può raggiungere una quota che arriva fino al 100% se vi sono garanzie ulteriori. 

Questo tipo di mutuo ha una durata a medio lungo termine che di solito non supera i 30 anni.