Liquidità PMI: Assoconfidi e CDP siglano la convenzione

Liquidità PMI: Assoconfidi e CDP siglano la convenzione

In questi giorni, Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Assoconfidi hanno firmato la convenzione che regola l’accesso al Plafond Confidi. La convenzione consentirà ai confidi di accedere a una piattaforma dedicata, per sostenere piccole e medie imprese, attraverso finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia.  

Il Plafond Confidi avrà un valore complessivo di 500 milioni di euro, una durata massima di 7 anni e sarà destinato alle imprese con meno di 250 dipendenti. Il nuovo strumento di funding prevede una contrattualistica uniforme e una modalità di pricing standardizzata, oltre all’obbligo di impiegare la liquidità a supporto delle PMI entro 3 mesi dall’erogazione della provvista. 

La crescita dei Confidi nel post Covid  

In seguito alla crisi che ha investito l’economia, il ruolo dei Confidi nel sostegno alle imprese è notevolmente cresciuto. Si calcola che i finanziamenti concessi dai Confidi nel 2020 siano cresciuti di oltre il 98% rispetto all’anno precedente, già tra gennaio e maggio. Inoltre, provvedimenti legislativi adottati di recente hanno ampliato il raggio d’azione dei Consorzi. 

Da una parte, il grande carico di lavoro ricaduto sulle banche dopo il Decreto Liquidità ha sicuramente influito sull’aumento delle garanzie concesse dai Confidi. Dall’altra, con il Decreto Rilancio, i Confidi vigilati da Banca d’Italia hanno superato il vincolo della residualità, potendo così erogare finanziamenti diretti alle imprese.  

Con il Decreto Semplificazioni, invece, sono state semplificate le procedure di assegnazione della gestione dei fondi pubblici comunitari, nazionali e regionali. In questo modo, i Confidi avranno accesso anche alle risorse previste dai programmi relativi alle operazioni mirate di rifinanziamento a lungo termine della BCE e da piattaforme di funding. 

L’accordo a favore delle PMI 

L’accordo sottoscritto da Assoconfidi e CDP vuole promuovere le iniziative a sostegno dello sviluppo economico del nostro Paese. I soggetti maggiormente tutelati dalla convenzione sono le piccole imprese, le più colpite dalle difficoltà economiche di questo momento storico particolare.  
 
«Questo accordo rappresenta un importante passo in avanti nella realizzazione degli obiettivi che CDP si è posta per rafforzare il sostegno alle PMI italiane, in particolare quelle di dimensione più piccola» ha spiegato Nunzio Tartaglia, Responsabile Divisione CDP Imprese. Il panorama dell’imprenditoria italiana, infatti, è composto per più del 95% da imprese il cui fatturato non supera i 5 milioni di euro. 

Il gruppo NOVARIA è da sempre vicino alle imprese e ai lavoratori. Se la tua azienda ha bisogno di liquidità non esitare a contattarci. Grazie ad anni di esperienza nel settore, il nostro team di esperti saprà trovare la soluzione ai tuoi problemi con le condizioni a te più favorevoli.